Zoo di Dallas

Uno zoo privatizzato realizza un'infrastruttura moderna, al passo con i tempi

Zoo di Dallas

Uno zoo privatizzato realizza un'infrastruttura moderna, al passo con i tempi

Download as PDF

Lo zoo di Dallas si è rivolto a InLine Network Integration e a D-Link per progettare e installare una rete voce e dati consolidata in 60 giorni.

Background

Con una superficie di 106 acri, lo zoo di Dallas è molto noto per la nuova esposizione dedicata ai "Giants of the Savanna", il Lacerte Family Children’s Zoo, il Jake L. Hamon Gorilla Conservation Research Centre e l'appena rinnovato Children’s Aquarium di Fair Park. Lo zoo e l'acquario sono stati gestiti dalla città di Dallas fino a ottobre 2009. A quel tempo la città aveva stipulato un contratto con un'organizzazione senza scopo di lucro di recente formazione. La privatizzazione si era tradotta in uno spirito più imprenditoriale, ma aveva significato che i servizi di rete e telefoniciforniti dall'amministrazione cittadina non sarebbero più stati disponibili.

Il piccolo gruppo IT che si occupava dello zoo non aveva le risorse per progettare e implementare servizi sostitutivi. Per la prima volta, aveva la completa responsabilità di rispettare un budget per l'IT molto ridotto. Quindi lo zoo si è rivolto a società esterne con competenze in materia di reti e telefonia, comprese la InLine Network Integration LLC e D-Link.

La vision
Un'infrastruttura tecnologica del XXI secolo

Lo zoo ha colto questa opportunità per realizzare un'infrastruttura in linea con le moderne esigenze, che prevede:

  • strutture completamente in rete per consentire la comunicazione voce e dati dello staff con accesso pubblico wireless a Internet.
  • Accesso alla rete in tutti i ricoveri degli animali per consentire allo staff di creare dei report elettronici a cadenza giornaliera (in precedenza venivano redatti su supporto cartaceo) sulle condizioni di salute e di vita degli animali.
  • Magazzino in rete per effettuare ordinativi e rifornimenti con la tempistica corretta.
  • Sistema di emissione dei biglietti in rete, in modo che il sistema di contabilità potesse visualizzare i ricavi degli ingressi sempre aggiornati.
  • Videocamere in rete per consentire allo staff di svolgere ricerche sul comportamento degli animali dalla propria scrivania, basandosi sui materiali registrati.
  • Espansione di rete conveniente in previsione della realizzazione di mostre, strutture, servizi ai visitatori e dell'incremento del personale.

“Per la prima volta lavoriamo su un'unica rete voce e dati, e abbiamo il nostro sistema telefonico: finalmente un'infrastruttura tecnologica del XXI secolo”
 —Norman Piwonka, responsabile tecnico, Zoo di Dallas

Il problema
Reti isolate e data di consegna

All'avvicendamento nella gestione dello zoo di Dallas non esisteva una rete comune per voce o dati. Alcuni edifici erano dotati di piccole LAN e di connessioni T1 a Internet, ma mancava l'interconnessione con le altre strutture dello zoo. Diversi gruppi avevano i propri sistemi telefonici mentre altri condividevano il sistema PBX della città di Dallas: questo significava che una telefonata effettuata da un edificio dello zoo richiedeva la composizione di tutti i numeri e doveva transitare attraverso la lontana sede del comune per raggiungere il collega della porta accanto.

Chiaramente questa non era tecnologia del XXI secolo. Il progetto è iniziato con una selezione di sistemi telefonici VoIP e la posa della fibra per connettere le strutture dello zoo, ma il fornitore della telefonia aveva bisogno di aiuto per il supporto della rete dati. Con la data di scadenza sempre incombente, lo zoo aveva stipulato un contratto con Mercury Communications e InLine Network Integration LLC per progettare e implementare la rete voce e dati.

La soluzione
Rete voce e dati consolidata

Il progetto di aggiornamento dell'infrastruttura informatica dello zoo richiedeva l'installazione di cavi in fibra ottica per collegare i 40 edifici disseminati sui 106 acri dello zoo. InLine partiva da una precedente progettazione in fibra da edificio a edificio, che dava luogo a sei connessioni in fibra in entrata per singolo edificio. La città di Dallas aveva donato gli switch Cisco già esistenti per il core della rete, di conseguenza, ciascuno dei 40 ricoveri per animali ed edifici richiedeva uno switch a basso conteggio di porte eccezionalmente capace con supporto per SFP multipli, tecnologia PoE per l'alimentazione dei telefoni e capacità di  gestione completa, comprensiva di SNMP e compatibilità Cisco.

Le preoccupazioni relative al costo di manutenzione dei servizi Cisco SmartNet e i prezzi elevati degli switch Cisco, oltre al budget non incoraggiante dello zoo, avevano ristretto la ricerca di InLine. La soluzione migliore è stata lo switch Web Smart D-Link DGS-120-10P (10 porte, versione PoE) con due porte SFP e garanzia perpetua 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza spese di manutenzione continua.

InLine aveva già usato prodotti D-Link per progetti precedenti, ma non aveva mai vincolato un progetto così ampio agli switch D-Link. L'attività di testaveva confermato la compatibilità con il sistema VoIP, le capacità, la qualità e la superiorità prestazionale di D-Link all'interno del budget imposto dallo zoo. InLine aveva superato con successo l'iniziale percezione dello zoo riguardo a D-Link come marchio "consumer" e aveva approvato il progetto in tempi brevi. 

InLine ha progettato una rete voce e dati composta da 40 switch edge di D-Link collegati agli switch core Cisco. Ha aggiunto ricambi D-Link per sostituire gli switch Cisco in caso di guasto o di manutenzione.Una connessione T1 ha collegato l'acquario. Le VLAN voce e dati per ottimizzare le prestazioni e la qualità della voce avevano bisogno di una semplice modifica alla configurazione degli switch Cisco per correggere un'anomalia nella modalità di trasferimento dei tag VLAN.

La rete è stata installata con successo nei tempi previsti: 40 switch D-Link in rete, 196 telefoni installati, 170 PC condivisi con supporto a 300 utenti connessi e due nuovi server in linea, nonostante i ritardi nella posa della fibra. Ogni edificio è stato "acceso" nel giorno e nell'ora stabiliti.


“D-Link ha fornito una soluzione affidabile con il maggior numero di opzioni, le migliori prestazioni al miglior prezzo. Con il vantaggio aggiuntivo che i tecnici D-Link ci hanno consentito di terminare il lavoro nei tempi stabiliti per il progetto dello zoo.”
 &mdashStan McNiel, Presidente e principale consulente, InLine Network Integration

Non mancano le reti wireless

Inoltre, InLine ha configurato due reti wireless utilizzando gli access point DWL-7700 di D-Link con una VLAN separata per l'accesso al pubblico nel ristorante e all'interno dell'esposizione "Giants of the Savanna" (i giganti della savana). InLine monitora e gestisce l'intera rete 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 tramite SNMP.

D-Link in azione
Valore della rete per lo zoo di Dallas

L'infrastruttura con tecnologia al passo con i tempi ha portato molti vantaggi, tra cui:

  • sensibile aumento della produttività, grazie ai report elettronici quotidiani degli addetti allo zoo. Facile consolidamento dei dati da parte dei responsabili che, a turno, possono compilare un report mensile per l'ISIS (International Species Information System).
  • Risparmio di tempo grazie alla comunicazione con lo staff in ciascun ricovero degli animali e accesso ai video archiviati localmente senza doversi realmente recare nel sito.
  • Miglioramento della ricerca attraverso l'utilizzo di videocamere in rete per l'osservazione del comportamento animale.

Che cosa c'è nel futuro dello zoo?

Lo zoo avrà presto un nuovo servizio di preparazione del cibo per i suoi 2.000 animali, un nuovo magazzino e un anfiteatro. Inoltre, lo zoo sta progettando di espandere la rete wireless su tutta la superficie e di aggiungere la protezione in rete, videocamere di sicurezza e chioschi per le informazioni. Tutti questi progetti richiederanno componenti D-Link e la competenza di Inline Networks per l'implementazione.

Principali fattori d'acquisto D-Link

  • Valore: D-Link ha fornito una migliore funzionalità (basso conteggio di porte, PoE, SNMP) a un prezzo migliore e senza spese di manutenzione continua.
  • Implementazione nei tempi previsti: D-Link e InLine hanno collaborato per garantire che la rete fosse operativa ancor prima della data ultima di consegna dei servizi.
  • Compatibilità: gli switch D-Link dovevano funzionare come vengono pubblicizzati, praticamente pronti all'uso, affinché il progetto potesse essere completato in tempo.

Sondaggi di progetto senza obbligo d'acquisto.

Sondaggi virtuali e in‑situ per aiutarvi a comprendere appieno i vostri requisiti.

Che si tratti di una rete totalmente nuova o di un upgrade di una sede esistente, un sondaggio di progetto senza obbligo d'acquisto da parte di uno dei nostri tecnici altamente preparati vi aiuterà a valutare la rete.

Contattaci