L’Hotspot D‑Link un servizio innovativo e in forte crescita per i clienti di esercizi pubblici.

L’Hotspot

L’Hotspot D-Link è una soluzione completa per offrire l’accesso Internet in modalità wireless ai clienti di un luogo pubblico.

Un pubblico esercizio, sia esso un Hotel o un campeggio, un pub o un ristorante, un centro commerciale o una biblioteca, con l’Hotspot D-Link avrà la possibilità di offrire ai propri clienti connettività wireless e accesso ad Internet.

I clienti navigheranno, utilizzando il proprio netbook, smart phone o console di gioco, gratuitamente o acquistando l’hotspot card, una card a tempo prepagata per navigare da 1 ora a 7 giorni.

L’Hotspot D-Link è una soluzione completa, comprensiva di servizio hosting, prodotti, installazione e servizio di assistenza pre e post vendita.

Il mercato

Le strutture alberghiere nelle località di villeggiatura italiane si stanno adeguando all’offerta delle strutture internazionali e alla crescente richiesta di connettività da parte dei clienti.

Con la diffusione della tecnologia wireless, la ratifica dello standard Wireless N e la commercializzazione di sempre più dispositivi mobili, (netbook, iPad e iPhone, telefonini BlackBerry, PSP e console Nintendo) il numero degli utenti di Internet mobile è cresciuto del 79% nella prima metà del 2009.

Questa tendenza spiega la crescita esponenziale del 400% di Hotspot pubblici al mondo, tra il 2004 e giugno 2009, e la crescita del 18,4% di utenti mensili di hotspot pubblici, dal dicembre del 2008 ad oggi.

Il maggior numero di utenti di hotspot pubblici è localizzato presso hotel e strutture alberghiere, con il 55,3% del totale. Altri luoghi che garantiscono un punto d’accesso a Internet in modalità wireless sono gli Aeroporti (27%), caffè/bar/ristoranti (10,5%), navi da crociera e traghetti (4,4%) e metropolitane (2,7%).

L’area geografica con il maggior numero di Hotspot nell’hospitality sono gli Stati Uniti, con più di 67.000 hotspot attivi, seconda la Cina (28.678), terzo il Regno Unito (27.459); seguono Francia, Russia e la Germania.

L’Italia, con i suoi 4.800 hotspot, si posiziona oltre la metà della lista; grazie a lombardia (con più di 720 hotspot), lazio (circa 600), emilia romagna (circa 400) e toscana (circa 350 ).

“Il rapporto Insights Audience di JiWire fornisce una panoramica delle tendenze di utilizzo (location e audience) delle rete Wi-Fi pubbliche per il primo semestre del 2009. Questo rapporto ha lo scopo di evidenziaare le tendenze del mercato degli Hotspot pubblici. Mobile Audience Insight Report “

I Clienti

Alcuni esempi di Hotel che hanno installato l’Hotspot D-Link sono in Liguria (Hotel Tigullio), in Veneto (Sporting Hotel S.Felice), ad Ischia Hotel Solemar Terme) e a Milano (Residence di Segrate casa vacanza e Ora Hotels City).

Altri esempi di Hotspot sono stati realizzati per eventi come il ComPA 2009, il Salone Europeo della comunicazione Pubblica dei Servizi al cittadino e alle imprese.

Obiettivo del progetto

L’Hotspot D-Link ha come obiettivo quello di fornire copertura wireless e connessione ad Internet ai clienti di hotel, campeggi e stabilimenti balneari; accessibile dalle camere, da bordo piscina e dalle aree comuni. Un servizio in forte crescita e spesso determinante nella scelta del luogo di soggiorno. Una soluzione per i vacanzieri che vogliono fare streaming video o vedere le partite in Internet; per consentire ai più giovani di giocare online con gli amici, chattare e aggiornare il profilo sui Social Media, e per consentire ai manager, durante i meeting di lavoro, di accedere ai server aziendali, condividere presentazioni e controllare la posta.

La soluzione adottata

Le soluzioni Hotspot D-Link, Basic, Basic con SMS service, Advanced e Premium, sono modulari e adatte a pubblici esercizi di piccole, medie e
grandi dimensioni. Tutte le soluzioni includono Gateway d’accesso preconfigurato per il servizio Hosting, Hotspot Card prepagate per la vendita del servizio agli utenti; ed integrano eventualmente prodotti per la realizzazione di un’infrastruttura di rete wireless, a copertura dell’area, e un network a supporto della rete Wireless per le strutture più complesse (switch, firewall…).

“Un servizio flessibile e modulare, per i pubblici esercizi di piccole, medie e grandi dimensioni, non ancora strutturati per offire internet al pubblico, o parzialmente strutturati che desiderano ottimizzare il servizio o renderlo a Norma. Claudio Crovi “ Country Manager D-Link

I vantaggi

Il principale vantaggio per il gestore di un pubblico servizio che installa un Hotspot D-Link è il valore aggiunto che fornisce alla propria offerta
introducendo un servizio innovativo.

Il secondo vantaggio è quello di fornire un servizio che rispetta la normativa italiana.

Il decreto Pisanu (convertito in L. 155/05) ha imposto una forte limitazione per fini antiterroristici alla diffusione degli Hotspot Wi-Fi e impone di tenere traccia degli utenti connessi.

Terzo, ma non ultimo vantaggio è la soluzione tutto incluso (prodotti, servizi, consulenza e assistenza) che evita al gestore lunghi tempi per lo svolgimento delle pratiche burocratiche per l’attivazione del servizio.

Con l’Hotspot D-Link non è necessario redigere un progetto da presentare in Questura per approvazione né inviare alcuna comunicare al Ministero delle Comunicazioni.

I prodotti

Gateway d’accesso preconfigurato per accedere alla connessione Internet.

Gateway d’accesso, in comodato d’uso, per gestire e autenticare gli accessi ad Internet degli utenti del servizio.

Infrastruttura di Rete Wireless per consentire agli utenti di collegarsi da ogni luogo all’interno dell’area coperta dal segnale wi-fi.

Access Point per estendere la rete wireless a tutte le aree dedicate al servizio (ristorante, hall, piscina, camere da letto e solarium).

Switch/Wireless Switch per collegare tutti gli Access Point dislocati nelle diverse aree a copertura del servizio.

Network a supporto della rete wireless, per proteggere, estendere o aggiornare l’architettura di rete preesistente.

Modem/Router per la connessione ad internet, in sostituzione del modem fornito del Service Provider.

Firewall UTM per la protezione della rete e dei dati, con Antivirus integrato per la scansione dei file, con tecnologia IPS (Intrusion Prevention System) contro Hacker e attività non autorizzate e WCF (Web content Filtering) per limitare l’accesso a siti illegali.